Lombardia: Sciolilingua

libro animato
  • Dialetto: «Per capì, capisi. A l'è quant ca pisi ca capisi no perchè pisi.»
  • Traduzione: «Per capire capisco, è quando piscio che non capisco perchè piscio»
  • Dialetto: «A casa d''o jucatore nun c'è àutro che dolore»
  • Traduzione: «A casa di un giocatore (d'azzardo) non c' altro che dolore»
  • Dialetto: «Sul campanè da San Barnardè, gh'eran cincent cirabicin, cume c'la faseva la povra cirabiciama a de' da mangiè a tuti i cincent cirabicin?»
  • Traduzione: «Sul campanile di San Bernardino, c' erano cinquecento uccellini, come faceva la povera mamma uccello a dare da mangiare a tutti i cinquecento uccellini?»
  • Dialetto: «Ti ca ta tàcat i tacch, tàcum i tacch. Mi tacàt i tò tacch a ti ca ta tàcat i tacch? Tàcatai tì i tò tacch, ti ca ta tàcat i tacch»
  • Traduzione: «Tu che attacchi i tacchi attaccami i tacchi. Io attaccare i tuoi tacchi a te che attacchi i tacchi? Attaccateli tu i tuoi tacchi tu che attacchi i tacchi.»